• 1

Età evolutiva

L'età evolutiva rappresenta un periodo molto sensibile del ciclo di vita, in cui il bambino dopo la nascita inizia ad entrare a contatto col mondo esterno (fatto di suoni, immagini e significati da esplorare) e interno (fatto di sensazioni che il bambino sperimenta in quanto legate ai suoi bisogni primari, come il nutrimento) e ad attribuire i primi significati per iniziare a costruire un suo sistema di conoscenze.

Temperamento ed esperienze sociali (veicolate prima dal contatto coi genitori e poi attraverso il rapporto con i pari e gli altri adulti) si intrecciano e portano il bambino a sperimentarsi a livello emotivo e cognitivo, fattori sui quali si fonderà la costruzione della personalità in età adulta. Oggi sempre più l'attenzione è rivolta verso l'età evolutiva e i suoi disturbi: Target e Fonagy (1996) hanno affermato che l'elevata prevalenza di disturbi nei bambini è un fenomeno estremamente rilevante, di cui si riconosce sempre più l'importanza a livello nazionale e internazionale.

La prevalenza di disturbi infantili è infatti in aumento e attualmente si ritiene che l'intervento sui bambini sia indispensabile per evitare che la difficoltà si cronicizzi in età adulta. In quest'ottica, pertanto, Istituto Mente e Corpo ha strutturato una serie di servizi dedicati all'età evolutiva, che spaziano dalla consultazione alla psicoterapia per bambini in età prescolare, scolare e per adolescenti che presentano una condizione di malessere o disagio.

Forte di una visione integrata dello sviluppo dell’individuo, l'equipe di IMC si occupa di osservare i bambini e i ragazzi nella loro globalità emotivocognitiva e di coinvolgere l’ambiente familiare, scolastico e, se necessario, medico al fine di creare una rete di lavoro che cresca insieme al bambino o ragazzo.

Sostegno alla genitorialità
Interventi sul disagio infantile a partire da specifici aspetti della relazione tra i genitori in cui si applica il principio secondo cui la reciprocità emotiva della coppia funziona come modulatore dell’articolazione dei pattern di attaccamento espressi dal bambino

Bambini in età prescolare 
Il “ Servizio 0/5 “ è una offerta di aiuto rivolto alle  famiglie per promuovere il benessere psico emotivo del bambino tra zero e cinque anni.
Affrontare i problemi quando sono ancora piccoli evita che essi crescano insieme ai nostri bambini. Scopo del servizio è rispondere in tempi brevi e con un numero limitato di incontri ( 5 ) all’emergere di un disagio legato alla crescita di un bambino.
I principali disturbi dell'età evolutiva possono essere:
· Disturbi del sonno
· Disturbi dell’alimentazione
· Disturbi della comunicazione (balbuzie, disturbo dell'espressione del linguaggio, disturbo di fonazione, mutismo selettivo)
· Disturbi dell'evacuazione (enuresi, encopresi, costipazione)
· Disturbi dell'apprendimento (disturbo della lettura, della scrittura del calcolo)
· Disturbi del comportamento (oppositivo - provocatorio, disturbo da deficit di attenzione e iperattività, disturbo della condotta)
· Svezzamento difficile-gelosia
· Inserimento al Nido e Infanzia
· Separazioni
· Malattie gravi
· Lutti.
Nelle sedute sono presenti sia i genitori che il bambino.

Psicoterapia congiunta mamma/ bambino 
In questo tipo di intervento il focus è sulla relazione genitore/bambino. Sono presenti nella stanza sia il bambino che un genitore; compito del terapeuta è aumentare la consapevolezza degli elementi disfunzionali nello scambio affettivo- relazionale.

Bambini in età scolare  
Offriamo sia percorsi di consultazione per valutare la natura del disagio sia percorsi individualizzati di psicoterapia – valutazione psicologica e neuropsicologica del bambino.
Il servizio prevede la somministrazione di questionari, test proiettivi, test per il profilo cognitivo, attentivo e degli apprendimenti come strumento per redigere un profilo di funzionamento del bambino prima di intraprendere un percorso psicologico.
Al fine di pianificare l'intervento psicologico con i bambini in maniera più efficace e mirata è infatti indispensabile un approfondimento delle funzioni cognitive (attentive, intellettive, esecutive e altre) e delle fragilità emotive presenti.